info@rislab.it - PARTNERSHIP: CNS | VIDES | FEDERICO II

Videogame e hacker: l’industria videoludica è sotto tiro!

Videogame e hacker: l’industria videoludica è sotto tiro!

L’industria dei videogiochi è un enorme mercato che ha generato entrate per 120,1 miliardi di dollari solo nel 2019. I crimini informatici relativi all’industria videoludica sono spesso difficili da rintracciare, motivo per cui gli aggressori prendono di mira sempre più i giochi online e le piattaforme delle community più popolari. Vediamo quindi insieme in questo articolo il rapporto tra videogame e hacker!

L’industria dei videogiochi nel mirino!

Secondo un recente report, alcuni mercati clandestini che si occupano del commercio di account di gioco rubati stanno facendo un giro d’affari stimato di circa 1 miliardo di dollari l’anno. Circa 700 milioni di essi provengono da soli quattro giochi: Fortnite, Minecraft, Roblox e Runescape. Insomma, i titoli più giocati del momento. Secondo una ricerca pubblicata da Night Lion Security, un singolo hacker medio che si occupa ad esempio di rubare account Fortnite può guadagnare in un anno circa un milione di dollari. Incredibile, vero?

Senza le giuste modalità di protezione, i giocatori online potrebbero cadere vittime di hacker che desiderano accedere a dati come quelli finanziari e personali. Questo è il motivo per cui è della massima importanza che si prendano le giuste precauzioni per evitare incidenti online.

Cosa stanno facendo gli hacker?

I criminali informatici stanno ora lavorando come un’impresa strutturata, in cui designano persone con posizioni come sviluppatori, project manager, addetti alle vendite e persino PR per promuovere i loro “servizi”. Gli hacker sfruttano i servizi di cloud pubblico e le piattaforme di e-commerce digitale per gestire la propria attività. Rubano beni di gioco, come skin giocatore o valute, per poi venderle nei forum sotterranei.

Inoltre rubano i migliori account di gioco per venderli a prezzi stracciati. È presente anche una sorta di servizio clienti, che offre agli acquirenti la sostituzione gratuita degli account di gioco non funzionanti, con sconti sull’ordine all’ingrosso.

Videogame e hacker: recenti attacchi alle industrie del gioco

Ecco alcuni recenti attacchi all’industria dei giochi:

Ad agosto, è stato scoperto che una libreria JavaScript dannosa mascherata da API del gioco “Fall Guys: Ultimate Knockout” rubava file sensibili dal browser degli utenti.

A luglio, una massiccia fuga di notizie da Nintendo ha rivelato dati sensibili di titoli come Super Mario, Zelda e dei giochi Pokémon.

A giugno, oltre 1,3 milioni di dati di utenti appartenenti al gioco Stalker Online sono stati messi in vendita sui forum del dark web.

Ecco un consiglio

Se sei un videogiocatore online, il primo e più semplice passaggio che puoi fare immediatamente per impedire agli hacker di accedere ai tuoi dati è utilizzare una password difficile. Per migliorarne la qualità, assicurati che includa una combinazione di numeri, lettere minuscole e lettere maiuscole. Evita di utilizzare password facili da indovinare come compleanni e nomi di animali domestici poiché queste informazioni possono essere facilmente reperibili sui tuoi account di social media, e nel web.