info@rislab.it - PARTNERSHIP: CNS | VIDES | FEDERICO II

La sicurezza sanitaria ai tempi della rivoluzione IoT

La sicurezza sanitaria ai tempi della rivoluzione IoT

La sicurezza sanitaria ai tempi della rivoluzione IoT

Secondo i dati del Security Report 2019 realizzato da Check Point, il settore sanitario è sempre più nel mirino degli hacker. Quanto sono preoccupanti i dati sulla sicurezza sanitaria a fronte della recente rivoluzione dell’Internet delle Cose?

Quali sono i vantaggi – e gli svantaggi – dei dispositivi Medical IoT (IoMT)?

Tecnologie smart e sicurezza sanitaria

Al giorno d’oggi quasi ogni tipo di infrastruttura fa largo utilizzo di tecnologie smart. Come visto in precedenza, l’Internet delle Cose fa riferimento al sistema di oggetti reali connessi ad Internet; dalla domotica, ai nuovi macchinari industriali, ormai tutto è connesso e interconnesso.
Anche il settore della sicurezza sanitaria ha iniziato ad adottare sistemi IoT al fine di migliorare l’efficienza sul lavoro. Ma qual è il rischio di infiltrazioni hacker causate da tali tecnologie?
Il campo sanitario è fra i più delicati, i dati raccolti e memorizzati nel settore della sanità sono di grande sensibilità, e proprio per questo interessanti per i cyber-criminali.

I vantaggi dei dispositivi Medical IoT

Nel settore è sempre più comune l’utilizzo di IoMT, dispositivi medicali connessi ad internet; secondo i dati, circa l’87% delle infrastrutture sanitarie adotterà una rete IoT entro la fine del 2019, raggiungendo per il 2020 i 650 milioni di dispositivi.

Un sistema healthcare sempre connesso permette al mondo della sanità di evolversi, abbandonando gradualmente il modello tradizionale di istituzione sanitaria. Questi dispositivi sono utilizzati nelle fasi di monitoraggio, per cure preventive, raccolta di dati, e cure di malattie croniche e di lunga durata. I dispositivi connessi sono infatti capaci di raccogliere e inviare i dati biometrici in tempo reale, rendendo le varie fasi di terapia molto più semplici.

Ma quali sono i rischi per la sicurezza sanitaria?

I rischi per la sicurezza sanitaria

È proprio l’immane quantità di dati sensibili raccolti e memorizzati a rappresentare il rischio della veloce evoluzione delle tecnologie mediche. Sul Dark Web i dati rubati possono risultare molto fruttuosi per gli hacker malintenzionati.

Utilizzando questi dati, si può infatti accedere a servizi medici costosi, farmaci necessitanti prescrizione, nonché causare seri danni economici alle aziende nell’ambito della sanità.
I dispositivi connessi possono inoltre essere attaccati, causando serissimi problemi, fra cui malfunzionamenti che potrebbero compromettere la buona riuscita di terapie.

I danni alla sicurezza sanitaria

Sono ingenti i numeri degli attacchi informatici effettuati a danno delle istituzioni sanitarie. L’attacco al Melbourne Heart Group nel febbraio di quest’anno ha visto il furto di dati di circa 15,000 pazienti.
Altro caso eclatante è l’attacco a SingHealth, il servizio sanitario di Singapore, durante il quale sono stati rubati persino i dati clinici del Primo Ministro.

Inoltre, il noto attacco del 2017 – WannaCry – ha investito anche l’ambito della sicurezza sanitaria, causando la cancellazione di 20.000 appuntamenti medici in Gran Bretagna e causando gravi danni economici.
Una considerazione importante da fare è che circa il 93% delle strutture attaccate utilizzava tecnologie IoT e servizi Cloud.

Il futuro della sicurezza sanitaria

La scelta pare quasi essere tra evoluzione tecnologica e sicurezza, ma non è così.
Le istituzioni mediche devono muovere passi importanti verso la tecnologia per la sicurezza sanitaria, identificando layout di cyber security settoriali per la gestione dei propri servizi. La priorità non è disfarsi o bocciare l’utilizzo dei sistemi IoMT, ma metterli in sicurezza, mantenendo così gli enormi vantaggi che possono apportare.
È necessaria la prevenzione avanzata delle criticità, per mettere in salvo i dati dei clienti, e limitare le violazioni. Anche il personale sanitario necessita di una formazione, per comprendere i rischi e i metodi per ottenere le migliori prestazioni dei dispositivi IoMT.